sabato 23 marzo 2013

Torta semplice alla farina di riso



Vi capita mai, di guardare nella dispensa e trovare pacchettini di vario tipo, consumati per metà e lasciati li a farsi compagnia?
Ecco, quello che vedete nella foto è un classico esempio dell’azione “svuotadispensa”.
Ero alla ricerca di una torta con la farina di riso, proprio perché c’era un misero pacchettino che mi guardava.
Quindi, il tempo di digitare le paroline magiche che mi si apre una lista infinita di immagini. Ora, visto che si mangia anche con gli occhi, decido di scegliere quella che mi ispira di più. Così trovo questo blog carinissimo, La cucina scacciapensieri di Maddalena (anzi passate a trovarla che ne vale la pena) apro la
pagina, leggo e decido che fa al caso mio. Ovviamente, non avendo in casa tutto l’occorrente, e non avendo intenzione di comprarlo (altrimenti che “svuotadispensa” é) ho apportato delle piccole modifiche che troverete in blu.

INGREDIENTI
    • 3 uova
    • 120 gr di zucchero
    • 250 gr di ricotta  mascarpone
    • 100 ml di panna liquida  latte di soia
    • 100 gr di burro  margarina
    • 150 gr farina di riso
    • 50 gr di fecola di patate maizena
    • mezza bustina di lievito per dolci
    • 1 pera 
    PREPARAZIONE
    • Separate gli albumi e teneteli da parte. Montate i rossi con lo zucchero per qualche minuto, finché non saranno spumosi. Aggiungete il mascarpone ammorbidito con qualche cucchiaio di latte e mescolate con la frusta a foglia.
    • Aggiungete il burro e poco alla volta la farina setacciata con la maizena e il lievito, alternandola con il latte.
    • Mentre montate gli albumi con un pizzico di sale, sbucciate e tagliate a tocchetti la pera e aggiungetela al composto. Incorporate ora gli albumi montati a neve ferma, in maniera delicata, mescolando dall’alto verso il basso.
    • Versate la crema ottenuta in uno stampo imburrato e spolverato di pangrattato (adoro la parte crosticinosa che si forma ai lati delle torte), decorate a vostro piacere (io ho usato mandorle a lamelle e granella di zucchero) e cuocetela a 180° per 45/50 minuti. Se la superficie tende a colorarsi troppo, copritela con un foglio di alluminio. Fate raffreddare e spolverate con zucchero a velo. 

    La torta in questione è stata poi usata come merenda al centro DIVING  dove vado quasi ogni sabato. In pratica, vedo il mio ragazzo, scambio 4 chiacchiere con i clienti e posso sbizzarrirmi con le torte senza poi sentirmi in colpa quando le mangio, o peggio, non le mangio e lo fa mia madre che poi si lamenta che ingrassa! Che posso volere di più! 

    C360_2013-03-08-19-16-08.Share
    Ps: con questa ricetta ho inaugurato il mio nuovo acquisto: la planetaria della Moulinex…amore a prima vista. Adesso troneggia con il suo colore acceso in cucina… la trovo adorabile =)

    A presto

    S.

    14 commenti:

    1. Ciao tesoro, mi sento onoratissima......ho visto questa torta e ho detto: assomiglia molto alla mia e poi scorro la pagina e mi vedo citata....che gran piacere!!!!! Ti ringrazio tanto e visto che hai apportato qualche modifica e che sono super curiosa prendo un pezzo della tua torta deliziosa!!!!! Buon fine settimana, a presto!!!!

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Grazie a te invece! la torta è piaciuta molto!
        Mi sembrava il minimo citarti,il tuo blog è delizioso!

        A presto =)

        S.

        Elimina
    2. Caspita se mi capita! E allora inizio ad elaborare ricette.
      Deliziosa la tua torta!
      Un bacione

      RispondiElimina
    3. Non ho mai utilizato la farina di riso epr i dolci.. voglio provare!!! Belle tutte le tue modifiche.. baciotti :-)

      RispondiElimina
    4. bellissimo blog =)ti seguo con molto piacere, passa a trovarmi se ti va

      http://muchoney.blogspot.it/

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Ma grazie mille!
        Faccio subito un giro da te!
        A presto!

        Un bacione

        S.

        Elimina
    5. Risposte
      1. Si, proprio morbidosa
        Grazie =)

        S.

        Elimina
    6. vorrei fare questa torta ma solo con gli albumi e al posto del burro o margarina ,olio di e.v.d'oliva.......si può fare? sè si come procedo con le dosi? grazie!

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Ti chiedo scusa Tiziana!
        Dopo un periodo un pò impegnativo ho lasciato da parte il blog.
        Vedo solo ora la tua domanda e, anche con tantissimo ritardo ti rispondo.
        Io non ho mai provato a farla senza burro. Quindi non so dirti effettivamente come potrebbe essere la resa, però potrei provare col "burro di soia". Cucinai dei dolci e non vennero male. Se invece vuoi sostituire le uova, visto che sono tre e servono per aiutare la lievitazione, ti consiglio di mettere un albume in più e un pizzico di bicarbonato nella preparazione.
        Un bacio
        Simona

        Elimina

    Lasciami un segno del tuo passaggio! ^_^